Home

Iscrizioni per l'anno accademico 2015/16

Iscrizioni per l'anno accademico 2015/16

Il 1 Settembre  riprenderanno le lezioni di Taekwondo per l'anno accademico 2015/16,

dalle ore 19,00 alle 20,00 per i bambini e

dalle ore 20,00 alle 21,00 per i ragazzi e adulti.

INDICAZIONI PER LE ISCRIZIONI

 

Che cos'è il Tae Kon Do

OLBIA - Campionato Interregionale Combattimento maschile e femminile

OTTIMI RISULTATI NELLA GARA DI OLBIA:

n°2 ORI, n°2 ARGENTI e n°6 BRONZI.

Complimenti ai nostri Atleti:

1) Joseph Assaiante;

2) Andrea Pau;

3) Daniele Patteri;

4) Eleonora Careddu;

5) Nicolò Fronteddu;

6) Lorenzo Quidacciolu;

7) Antonio Giulio Saggia;

8) Matteo Murgia;

9) Vanessa Fadda;

10) Chiara Casula;

11) Alessio Piga

12) Eliseo Amalfitano

NOZIONI E SIGNIFICATO DEL TAEKWONDO

Il taekwondo  è un'arte marziale coreana e uno sport da combattimento a contatto pieno nato fra gli anni '50 e '60, nonché sport nazionale in Corea del Sud,basato principalmente sull'uso di tecniche di calcio, nonché l'arte marziale che conta il maggior numero di praticanti in tutto il mondo. Combina tecniche di combattimento volte alla difesa personale, alla pratica agonistica soprattutto come sport olimpico, ma anche come esercizio ed in alcuni casi filosofia e meditazione. Nel 1989, è divenuto l'arte marziale più popolare al mondo in termini di praticanti.

 

CHI PUO' PRATICARLO: Il taekwondo può essere accessibile a tutte le persone di tutte le età. Può essere eseguito sia individualmente che insieme ad altre persone. Questa arte può portare ad un miglioramento mentale, con la concentrazione, e fisico, con un miglioramento della circolazione sanguigna. La pratica di questo sport non porta obbligatoriamente ad avere un fisico molto muscoloso ma aumenta la massa muscolare. Scompare poi il tessuto adiposo. Il tipo di movimento durante l'esecuzione dei calci, dei pugni e dello stesso "Ki-Up" porta allo sforzo della parete addominale che viene molto allenata. A differenza di quanto si possa credere, il taekwondo non provoca nessun danno a livello articolare anzi, grazie alla pratica costante e agli esercizi di "stretching", gambe e braccia si abituano gradualmente allo sforzo proprio per evitare che durante l'esecuzione di un calcio o anche di un semplice pugno, i muscoli possano stirarsi. Proprio per questo, a praticare il taekwondo non sono soltanto i giovani ma anche persone un po' più avanti nell'età.